Vai alla biografia di Marco Infussi
    

2013: Primarie del centrosinistra di Ferentino

Abbiamo deciso di partecipare alle primarie del centrosinistra di Ferentino.
Un procedimento che, nella sua prima esecuzione cittadina, certamente presenterà numerose lacune, ma che rappresenta pur sempre uno strumento di democrazia evoluto rispetto alla vecchia politica.

Nel Regolamento ho ottenuto di far specificare i valori che devono guidare la coalizione: Democrazia, Europa, Lavoro, Libertà, Uguaglianza, Sapere, Sviluppo sostenibile, Tutela dei beni comuni, Diritti, Responsabilità, Antifascismo.
Non so se gli altri candidati abbracceranno questi concetti.
Ma sono per me i valori storici della Sinistra e gli intenti alla base del mio programma.

 

Come è andata?

Abbiamo speso gli ultimi otto mesi nel tentativo di catalizzare il dissenso dei cittadini ferentinati, tramite l’analisi documentale delle tante patologie di cui soffre la nostra città: la speculazione edilizia Stu, il fallimentare progetto imprenditoriale dell’Aeroporto, quella vertenza Acea/AATO5 che blocca le risorse destinate alla manutenzione degli impianti idrici cittadini, lo sblocco delle numerose pratiche relative ai condoni degli anni ’90 ferme nell’ufficio tecnico, il dissesto finanziario pilotato delle Farmacie comunali.
Autentici drammi che sottraggono risorse economiche alla comunità, accentuando i caratteri della recessione che viviamo dal 2009.
Per non parlare della stretta correlazione tra salute ed inquinamento, con la necessità di importanti bonifiche ambientali su tutto il territorio comunale.

 

Cosa abbiamo trovato?

Di tutti i gruppi cittadini – alcuni inviperiti, altri fortunatamente pieni di proposte – nessuno è stato pronto a formare una lista che si aggregasse nell’intento comune. Idem per gli altri partiti.

 

Ci hanno allora invitato alle primarie.

Una scelta faticosamente responsabile nei confronti del mio gruppo di lavoro, che ci vede rinunciare ad un progetto di totale rinnovamento in cui però eravamo costretti a procedere in solitaria.
Alla fine però quel che volevamo l’abbiamo ottenuto: lo scontro diretto con quelle stesse forze che vogliamo rinnovare.
Una battaglia che affrontiamo da liberi, quali saremo sempre con i nostri NO e le nostre proposte, che ci dà inoltre una prospettiva: evitare di essere una forza segregata.
Troppe volte è successo in passato che il gruppo critico, presentandosi da solo senza il dovuto sostegno di liste, non sia riuscito nemmeno ad essere rappresentato in consiglio comunale.

 

Come procederà allora il copione?

Sono certo che ogni forza esterna mi subisserà di qualsiasi tipo di critica.
Come se fossi io quello sbagliato lì in mezzo.
Curioso è che chi mi ha accuratamente evitato, ora scrive che “sono una speranza per il paese“.
Come del resto quelle stesse forze che ho ripetutamente cercato in questi 8 mesi per costruire un terzo polo di totale rinnovamento, e che mi hanno sempre detto di no, di aspettare.

Accetto allora qualsiasi critica.
Ma nessuno potrà negare che, per la prima volta, la vecchia politica ferentinate sarà costretta a giocare al rialzo sulla qualità delle proposte, anche perché dai risultati delle ultime politiche tira un’aria nuova, e anche lo schieramento di destra non potrà stare a guardare.
E che gli splendidi isolamenti sono facili, mentre il gioco “vero” necessita di una certa dose di coraggio.

 

Ora: se non vincerò le primarie, vi mostrerò come sia utile e necessaria un’ala critica, che sia di vera opposizione e che guidi il cambiamento all’interno dell’amministrazione comunale. Ci batteremo per ottenere trasparenza, una centrale unica degli acquisti e le giuste priorità nei progetti di sviluppo (cioè: prima le cose utili a tutta la cittadinanza, poi i progetti faraonici).

Ma se vincerò le primarie… vi farò vedere una Ferentino in cui tutti vorranno crescere i propri figli.
Una Ferentino capace di attirare abitanti, imprenditori, artisti, in cui si crea valore tramite la bellezza.

Questo spetta solo ai miei concittadini, che il 14 Aprile dovranno andare a fare una crocetta.

 
 
 

Alcune note.

Nonostante sarebbe stato apprezzabile essere invitati al processo di elaborazione delle regole iniziali, la riunione di sottoscrizione prevedeva una fase in cui rivedere ed integrare la prima stesura del Regolamento.
Siamo riusciti ad intervenire sui punti più scottanti da noi individuati.

– Nel Regolamento sono stati specificati i valori che devono guidare la coalizione: Democrazia, Europa, Lavoro, Libertà, Uguaglianza, Sapere, Sviluppo sostenibile, Tutela dei beni comuni, Diritti, Responsabilità, Antifascismo.
Sono i valori storici della Sinistra e gli intenti alla base del mio programma.
(Nota: i valori elencati sono presenti nella carta d’intenti di “Italia: bene comune”; i presenti hanno però fatto notare che il gruppo di Ferentino ha una storia ed una composizione più variegata della coalizione nazionale: nonostante tutti abbiano aderito a tali valori, si è preferito allora omettere un riferimento diretto, elencandoli uno ad uno)

– E’ stata accettata la nostra richiesta di garantire pluralismo e par-condicio: ci è stata garantita la possibilità di esprimere le peculiarità dei programmi dei singoli candidati e di evidenziare le variazioni rispetto alla linea seguita dalla precedente amministrazione; saranno garantite inoltre una equa esposizione sui media ed una serie di confronti pubblici tra i 5 candidati, aperti alla partecipazione di tutti i cittadini.
(Nota: i programmi vanno innestati su una serie di linee programmatiche, tenute volutamente ampie; è stato eliminato il punto riguardante la Sanità, evidentemente non di competenza comunale; infine si è certificato il rispetto per le nostre posizioni critiche su alcuni progetti contenuti nel PUCG)

– Il Collegio dei Garanti e il Comitato Organizzatore (che in realtà coincidono) sarà costituito da un rappresentante di ogni lista partecipante alle primarie, con la possibilità per i candidati Sindaci di ascoltare le discussioni; abbiamo nominato nostro garante Antonio Palombo.

– Si è deciso di aprire la votazione ai cittadini stranieri comunitari: tutti coloro che potranno votare il 26 Maggio e che ancora non possiedono i documenti, potranno prenotarsi per le primarie entro il 12 Aprile ricevendo un apposito documento; tale norma è particolarmente rivolta alla comunità di origine rumena, che è oggi la più numerosa a Ferentino.

– Il Comitato Organizzatore (nel primo incontro dei Garanti, probabilmente fissato per Martedì 26 Marzo 2013) discuterà una sospensiva ai termini di scadenza previsti dal Regolamento per permettere il dibattito con altre forze e favorirne l’ingresso.

 
 
 

The following two tabs change content below.
Tramite il gruppo civico Cambiare partecipo ad un progetto di rinnovamento della classe politica di Ferentino. Con questo sito internet cerco di informare e creare una discussione trasparente circa le scelte operate dall'amministrazione comunale.   Lavoro in architettura e restauro, progettando e realizzando ambienti, strutture, arredi ed oggetti tramite la mia azienda, Fornaci Giorgi, che produce pavimenti, rivestimenti ed elementi architettonici in cotto fatto a mano.   Mi interesso di arti visive, interfacce uomo macchina, applicazioni internet. Ho il pollice verde ed amo mia moglie Domitilla e nostra figlia Charlotte.   In passato ho collaborato con Wikipedia, Ubuntu, Live Performers Meeting, Il Cartello per la promozione e diffusione delle arti, Greenpeace, Festival Arrivano i Corti, Il Giardino delle Rose Blu, Il Gabbiano.

Ultimi post di Marco Infussi (vedi tutti)




2 Commenti

  1. Ciao Marco una curiosità: mi dici uno solo dei valori che elenchi che, invece, appartiene alla sinistra e non alla tradizione democristiana? L’Europa poi, i partigiani cattolici, la libertà, i diritti… In effetti avrei aggiunto la famiglia, nucleo fondamentale della società. Spero che non sia stato il PD a farla togliere vero? Sai avevo letto un tuo post del 18 febbraio scorso dove “battagliavi” con Alice Popoli… Buona giornata

  2. ciao alessandra, ho letto solo ora.

    la famiglia è il cardine della nostra società: è un valore che appartiene a tutti.
    non mi è mai capitato di leggere di un “movimento contro la famiglia”!!! :D
    (se esiste una roba del genere dimmelo che corro a farlo aggiungere nella lista)

    i valori a cui mi riferisco nell’articolo sono quelli di Italia Bene Comune + antifascismo.
    forse dovevo spiegare meglio gli eventi: il Sel aveva chiesto di inserirli, anche io la pensavo così.
    sono la base di ogni azione “positiva”.
    sono propri di vari partiti (con relative interpretazioni), quindi appartengono certamente anche alla tradizione democristiana, e se vogliamo uscir fuori dalla laicità anche al mondo cattolico.

    quelli elencati sono importanti perchè oggetto di discussione nell’attualità: non tutti ci credono o ci lavorano, in particolare a ferentino!

    democrazia significa anche trasparenza e responsabilità!
    ad esempio il M5S non crede nella comunità europea, vuole uscire dall’euro…
    su uguaglianza e diritti ci sono gruppi dichiaratamente razzisti ecc ecc
    e lo sviluppo sostenibile? siamo tra le provincie più inquinate d’italia e nessuno muove un dito, anzi aggravia la situazione con nuove cementificazioni.

    quindi quei valori stanno lì a rappresentare la direzione in cui gli altri candidati alle primarie dovrebbero guardare. io mi muovo in quella direzione, speriamo di raggiungerla!

Lascia un commento