Vai alla biografia di Marco Infussi
    

Sono contrario al Bilancio Preventivo 2013

Il consigliere comunale Pio Riggi ha votato favorevolmente al Bilancio di Previsione 2013, nella speranza che questo gesto “di fiducia” riesca ad aprire un canale di collaborazione con il Sindaco Antonio Pompeo.

Da quel momento ho ricevuto una ventina di telefonate e messaggi di persone che mi chiedevano spiegazioni, ed eccomi a fornire i dettagli.

 

Il direttivo di Cambiare aveva deciso di votare “no” a questo bilancio per tanti motivi: poichè non c’era modo di discuterlo (è stato approvato un documento di previsione economica per l’anno 2013, che è ormai concluso – vedi articolo di tre settimane fa), perchè è esattamente quel bilancio della giunta Fiorletta che abbiamo criticato durante la campagna elettorale e perchè non conteneva nemmeno un solo esito favorevole alle nostre proposte, portando invece avanti gli sprechi relativi a raccolta differenziata, servizi a domanda individuale, alienazione di beni comunali, gestione di Farmacie e Stu e quant’altro, come evidenzia lo stesso responsabile dell’area economico-finanziaria Canali nella sua relazione sul piano triennale.

Un documento a tutti gli effetti ininfluente, poichè si limita a constatare una situazione rimasta invariata da Aprile, rimandando il discorso al 2014, ma che il nostro elettorato – seppur limitato a circa 800 persone – vede in maniera critica: non si può glissare sui debiti fuori bilancio, che è l’argomento più scottante, come del resto non si può continuare a viaggiare sull’alibi della “fase di partenza della nuova amministrazione”, impostando la votazione sulla “fiducia”, invece che sui contenuti.
La parola “continuità” – spesso utilizzata da Pompeo in campagna elettorale – faceva pensare ad una immediata capacità esecutiva, che al minimo avrebbe dovuto essere applicata su questo documento, il più importante di ogni anno.

Un Sindaco che è veramente di tutti avrebbe accettato il “no” come dimostrazione di vera fiducia nei suoi confronti, fiducia nell’aggiustare le cose durante il suo mandato e nel dare nuovo corso alla politica della città.
Strada che del resto il suo partito sta disperatamente cercando di imboccare con le mozioni Civati, Renzi e Cuperlo e con l’azione di Zingaretti e Marino.
Quella del rinnovamento e della politica onesta che racconta tutto ai cittadini è una cultura che di questo passo mai si imporrà a Ferentino, ed è quello che chiedo come semplice cittadino al mio Sindaco.

 

Sarà ora indetto un consiglio direttivo per valutare la posizione di Pio Riggi relativamente al gruppo Cambiare, e posso premettere che – discorsi sul vincolo di mandato a parte – mi sembra di notare una strategia volta a disperdere il nostro seppur piccolo risultato elettorale.

Chiarifico infatti che non sono in potere di intervenire nella discussione politica in maggioranza, in quanto non sono stato investito di alcun ruolo istituzionale. Ad onor del vero non vengo nemmeno invitato, tanto che aspetto ancora la prima convocazione da parte del Sindaco, al quale però confermo la mia fiducia e disponibilità a lavorare concretamente.

Mi scuso nei confronti dell’elettorato per questo passo falso e confermo l’impegno preso ad essere sentinelle di questa amministrazione, che fino ad ora ha mostrato alcune aperture sulle tematiche ambientali e della trasparenza, ma che molto ancora deve concretizzare per ritenersi degna agli occhi della cittadinanza.

Avviso infine che presto arriveranno i risultati dei miei ultimi quattro mesi di lavoro, relativi alle indagini sulla presenza di Diossina, Pcb ed altri inquinanti negli alimenti (carne, latte, uova) prodotti nella nostra zona. Lo studio è finalizzato alla presentazione di una mozione presso la Commissione Europea per l’Ambiente tramite l’europarlamentare Niccolò Rinaldi che, se accettata, porterà alla definizione di un piano di mitigazione e bonifica e all’erogazione di risorse economiche tramite gli appositi fondi.

 

The following two tabs change content below.
Tramite il gruppo civico Cambiare partecipo ad un progetto di rinnovamento della classe politica di Ferentino. Con questo sito internet cerco di informare e creare una discussione trasparente circa le scelte operate dall'amministrazione comunale.   Lavoro in architettura e restauro, progettando e realizzando ambienti, strutture, arredi ed oggetti tramite la mia azienda, Fornaci Giorgi, che produce pavimenti, rivestimenti ed elementi architettonici in cotto fatto a mano.   Mi interesso di arti visive, interfacce uomo macchina, applicazioni internet. Ho il pollice verde ed amo mia moglie Domitilla e nostra figlia Charlotte.   In passato ho collaborato con Wikipedia, Ubuntu, Live Performers Meeting, Il Cartello per la promozione e diffusione delle arti, Greenpeace, Festival Arrivano i Corti, Il Giardino delle Rose Blu, Il Gabbiano.

Ultimi post di Marco Infussi (vedi tutti)




Un solo commento

  1. Marco Infussi Sindaco subito!

Lascia un commento